Come back discografico di Arthur Falcone



"Il mitico Arthur Falcone, chitarrista straordinario e patrimonio del metal rock italiano, che noi di Rock Italy ricordiamo in azione negli anni 80 con i Devils Claws di Trieste e con gli Halloween di Udine, ritorna con un nuovo fiammante album. Abbiamo ascoltato il brano presente su Youtube e la classe cristallina è rimasta immutata!! Grande come back!" - Rock Italy -

STEELHEART Records è orgogliosa di annunciare l’uscita del nuovo album in studio di uno dei più acclamati chitarristi Hard Rock/Metal della scena nostrana: ARTHUR FALCONE.

Da sempre influenzato dai grandi axemen internazionali come Yngwie Malmsteen, Ritchie Blackmore, Akira Takasaki e George Lynch, nonché dal sound delle leggendarie bands degli ‘80s quali Dokken, Loudness, Rainbow ed Europe, ma anche Avantasia e Symphony X, ARTHUR FALCONE arriva ora al suo terzo album intitolato “STRAIGHT TO THE STARS”, dopo il debut solo-album del 1998 ed il comeback con “The Genesis Of The Prophecy” nel 2009.

Con la partecipazione di vari ospiti speciali come Goran Edman, Titta Tani, Rob Rock, Mistheria ed Alberto Rigoni, “STRAIGHT TO THE STARS” è un incredibile Metal-album, esaltato da un sapiente songwriting che oscilla tra melodie classicamente Hard-Rock ed arrangiamenti neo-classici, per un risultato che affascinerà i fans del genere, oltre ai tanti amanti della sei corde!

Il Cd annovera 11 tracce, tra cui 2 devastanti cover-songs : “Soldier Of Fortune” (dei Loudness) ed “I’ll See The Light Tonight” (di Yngwie Malmsteen’s Rising Force) e l’artwork di copertina è stata curato dal noto designer Nello Dell’Omo.



Debutto autoprodotto per gli Old Bridge


BLESS THE HELL – OLD BRIDGE (gennaio 2020) 
“Bless the Hell” è il primo album full-lenght della band metal fiorentina Old Bridge. 

E' uscito auto prodotto l'11 gennaio 2020 ed è stato registrato presso gli studi della Soundscape di Firenze.


Al disco hanno partecipato:Silvia Agnoloni: voce e cori
Damiano Porciani: chitarra solista
Alessandro Berchicci: chitarra ritmica
Shinobi Seiryu (Antonio Maranghi): basso
Nico Cempini: batteria
Inoltre:
Beppi Menozzi: tastiere, Paolo Puppo tutta la parte grafica
Tutte le canzoni e i testi sono state scritte da Silvia Agnoloni e dalla stessa Silvia e Old Bridge per le musiche.



Al titolo (Benedire l'Inferno) non deve essere data un'interpretazione blasfema, piuttosto deve essereinteso come un doveroso ringraziamento alla Divina Commedia di Dante Alighieri (che ritroviamoanche sulla copertina del disco, davanti al portone attraverso il quale “si va nella città dolente”),che, col suo Inferno e il suo immaginario onirico, ispira gran parte del lavoro del gruppo.Bless the Hell è infatti una sorta di immersione dentro l'Inferno personale che ognuno si portadentro, alla ricerca non tanto di redenzione, quanto di compassione (intesa nell'accezione propriadella parola, condivisione) della condizione umana: varcata la soglia che conduce “Ad Inferi”, ci sitrova al cospetto dei propri peccati e delle proprie fragilità, anelando ad un paradiso che ci salvi e cielevi dalle debolezze e dalle tentazioni terrene.“Do it or not”, Fallo oppure no, pone subito davanti ad una scelta drastica fra la vita e la morte, conchiari riferimenti all'auto-annientamento, visto come rifiuto di una vita vuota, che stenta a trovareun senso, pervasa da un senso di perdita costante. Ecco allora che l'anima sprofonda nelladimensione a lei più consona: il Sogno (The Time of Dream), quella in cui non conta più il tempo,né le sofferenze passate; qui la speranza è giusta e sacra, tanto da far pensare che ci sia una qualchepossibilità di salvezza per il genere umano. 

Ma il sogno diventa incubo ricorrente, in cui siconsolida sempre più la consapevolezza che non vi sia alcuna possibilità di riscatto per chi sbaglia,nessuna redenzione (Salvation).E mentre si prosegue l'inesorabile discesa dentro il proprio Inferno, si incontrano angeli ben diversidalle candide figure immacolate che ci avevano presentato da bambini. Sono angeli derelitti,ubriachi, drogati, dalle ali spezzate, che insieme a noi piangono una condizione ineluttabile (Angelscould cry).Potrà il Paradiso, che nell'immaginario collettivo rappresenta la somma perfezione, e giace intatto eimmacolato nei nostri pensieri, darci ciò che disperatamente la nostra natura transitoria ci spinge acercare? Ecco il Diavolo, il Prediletto, Il Più Bello, mascherarsi e, non visto, osservare ridendoquanto accade: dietro le sue provocazioni, dimostrerà che anche il Paradiso è soggetto alle stessedebolezze umane, come l'odio, la vendetta, la rabbia (Rage in Paradise). 

Finchè non si arriva al cospetto di un'Entità Superiore, alla quale ci hanno sempre imposto dipiegarci e sottometterci, conformando le nostre azioni per compiacerla (Pleasing the Lord), perscoprire poi che niente di ciò che ci aspettavamo è stato mantenuto. E' ora che anche noi veniamotrattati con lo stesso riguardo.Ma come pedine di un gioco macabro, siamo costretti ad andare avanti sempre e comunque: la vitaè beffarda: un gioco finisce per subito ricominciarne un altro (Game Over), in un'eterna condanna.My Best Day rappresenta il momento in cui finalmente si riesce a prendere consapevolezza dellapropria forza interiore e potenzialità. Prima o poi il giorno migliore arriva, il giorno in cui verrannopareggiati i conti e tutti coloro che ci hanno fatto del male, feriti, derisi, la pagheranno, non pergiustizia divina, ma perchè la giustizia è Una.

Quando il viaggio giunge al termine, ci si risveglia dal torpore in una città piena di sguardi vuoti, dimiseria, inghiottita dai neon e dai peccati, che però amiamo a prescindere, perchè ci appartiene e leapparteniamo (Old Bridge).Lontani da un paradiso rinnegato, che si è dimostrato soggetto alle nostre stesse fragilità, accettiamoil nostro Inferno, di cui diventiamo Re e Regine, sovrani e dominatori, e a lui ci abbandoniamocome ad un amante promiscuo, benedicendolo (Bless the Hell). Perchè gli errori diventinoesperienza, il dolore non vada sprecato, le colpe non ci soffochino. E perchè meglio laconsapevolezza di un'imperfezione proficua, che una vita spesa ad anelare alla perfezione senzaraggiungerla.“E quindi NON uscimmo a riveder le stelle”, ma restammo nel nostro Inferno, convertito, accettato,perfino prezioso, per arrivare a conoscersi veramente. “That's why I'm blessing the Hell”

Mazzarella Press Office


Fuori la pubblicazione “RIMES vs CAGES” di Double Bass Of Death


Double Bass Of Death: RIMES vs CAGES

The Saifam Group è orgogliosa di annunciare la pubblicazione dell’album  “RIMES vs CAGES” di Double Bass Of Death.
Double Bass Of Death, formato da Viktor (voce/contrabbasso) e Numa Echos (voce/dj), e’ il risultato di numerosi percorsi artistico-musicali, un progetto musicale con influenze Heavy Metal, Metal Core ed Industrial il cui contenuto autorale permettera’ costantemente la creazione di materiale audio-visivo.

Il precedente album “Faq The System” (Atlantis/The Saifam Group) ha riscosso particolare interesse e, grazie al materiale audiovisivo,  ottenuto più di 300.000 visualizzazioni sul canale “youtube” mentre  il video del singolo “Art” estratto dall’album è stato nominato “Best Video 2018” nella sezione “underground” su www.olzemusic.com.

Numa Echos, poliartista, si muove fra poesia, musica, fotografia d’arte e pittura. Inizia a scrivere poesia all’etaÌ di 3 – 4 anni, collabora alla realizzazione di antologie, realizza libri e spettacoli poetico-musicali. Essendo attiva anche in qualitaÌ di fotografa d’arte, sono state prescelti i suoi scatti per diverse opere letterarie. Ha coltivato studi musicali e ha partecipato a numerosi festival rock indipendenti e programmi radiofonici. E’ attiva in modalitaÌ live come art director, cantante e strumentista (tastiere, sintetizzatori) con “live shows” propri, “opening act shows” per altri artisti e dj-set folli ed onirici.

Viktor, poliartista, sotto diversi pseudonimi o con il nome vero eÌ autore di 13 libri (di cui 4 tradotti in diverse lingue), compositore e produttore di 15 cd di “Poesia in Musica”, sceneggiatore e compositore di 7 lungometraggi indipendenti (di cui 3 considerati “Film di Interesse Culturale Nazionale” dal Ministero dei Beni Culturali) e fondatore di diversi gruppi musicali (Les Fleurs du Mal, M.A.B., Beer Killer, ecc.) con partecipazione a numerosi spettacoli sia in Italia sia all’estero, rappresentando anche il punk-hardcore italiano in festival stranieri.

Il secondo album ufficiale “RIMES vs CAGES” e’ stato pubblicato il 17 Gennaio 2020 (The Saifam Group) e disponibile su tutti i portali digitali.

Il video del primo singolo “Empty”, rivisitazione “metal” del brano estratto dall’album “Shady World” di Numa Echos (Valery Records, 2016) 




Ulteriori informazioni sulla band e contatti sono disponibili qui:

www.facebook.com/doublebassofdeath
www.youtube.com/doublebassofdeath
www.instagram.com/doublebassofdeath2017
www.twitter.com/doublebassdeath


1Poppunk! il nuovo singolo di Dasty Dafreak


1Poppunk!, il nuovo singolo di Dasty Dafreak è una canzone d’amore, è un grido di rabbia, è un canto nostalgico, è il sogno dello sfigato della scuola di diventare una Rockstar.

Dasty, classe 1994, non è mai stato al “gioco” di chi ha provato ad imporgli le proprie idee e opinioni e ha sempre voluto fare tutto il contrario di quello che gli altri volevano da lui e anche nel caso di 1Poppunk! è voluto andare controcorrente rispetto alle mode del momento per rivendicare il genere musicale con cui è cresciuto. Primo singolo in collaborazione con Sorry Mom! è disponibile su tutte le piattaforme digitali dal 21 Febbraio 2020.



Gabriele, in arte Dasty Dafreak, nasce in periferia di Milano nel 1994. Inizia il suo percorso musicale come solista nel 2010 scrivendo testi e approcciandosi al mondo della musica rap con tutte le sue varie sfaccettature. Solo qualche anno più tardi decide di dare una svolta molto più “PUNK” alla suo percorso musicale, decidendo di orientare i suoi progetti verso il POP-PUNK, genere con cui è cresciuto e che ha sempre avuto grande rilevanza nella sua vita e nel suo bagaglio musicale.

Anche nei confronti di questo “nuovo” genere, sebbene il suo progetto continui ad essere un progetto solista, ha avuto la fortuna di collaborare con musicisti ed esperti molto preparati nel settore come Andrea Rock, NeroArgento, Andrea Gargioni e Gianluca Veronal, persone con cui continua a collaborare e grazie alle quali riesce a migliorarsi continuamente. Negli ultimi anni ha pubblicato, tra YouTube e Spotify, circa 10 singoli tra cui l’ultima uscita “1POPPUNK!” il 21 Febbraio 2020.

www.facebook.com/ThisIsDasty


I New Moon amano il brit pop degli anni 80



Oggi presentiamo un gruppo musicale pieno di talento e passione che sta imperversando nelle lande venete a suon di British Pop & Rock anni 80!


I New Moon sono una band che nasce attorno alla fine del 2013 esclusivamente come tributo ai Duran Duran del mitico Simon Le Bon.
A questo progetto iniziale si aggiunge allo spettacolo un set nuovo e coinvolgente all'insegna del pop britannico anni 80, con le hit e i maggiori successi di Spandau Ballet, Simple Minds, Talk Talk, David Bowie, Culture Club, Sting, George Michael... e altro. 
I New Moon mettono in scena un convincente omaggio al periodo degli anni ’80, soprattutto al sound che tanto positivamente ha influenzato il gusto e il panorama musicale italiano.


Vedi il video


La Band è composta da:
Francesco Forcolin alla Voce, Giovanni Landolina alla Chitarra, Luca Pasqualini alla Batteria, Cristiano Marchiori al Basso e Paolo Mantelli alle Tastiere.



Se volete passare una serata divertente e spensierata non perdete l'occasione di andare a vedere i New Moon, sotto trovate tutti i loro riferimenti, diventate followers per non perdere nessuna news riguardante le date dei concerti! 

Sito ufficiale: www.newmoonband.it
mail: info@newmoonband.it
Facebook: https://www.facebook.com/newmoonband
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCd7IseCSrLGHIdPVFxA2WPA
Instagram: https://www.instagram.com/newmoonliveband
La band è associata ad Artisti No Limits







NOCTÆ video e singolo


In Vipers, nuovo singolo dei NÖCTÆ, c’è un confine che attende di essere attraversato, la paura ancestrale di un qualcosa che pretende di essere afferrato ma che incute timore.

Tutte le influenze stilistiche del rock-duo sono presenti: dal Visual-Kei giapponese, all’industrial rock americano, approdando ad una sincopata musica elettronica, chitarre taglienti e sezione ritmica terremotante, tutto questo veicolato da un’estetica visiva che è il perfetto mix di questi mondi apparentemente separati tra loro.

Il risultato è la nascita di una nuova controcultura che affonda le sue radici in forme note e forse “classiche”, ma che genera nuovi contenuti fondendosi con il moderno, portando in questo modo alta la fiaccola delle sonorità più alternative in assoluto. Ci si trova di fronte alla sintesi della cultura millennial di mezzo, dalla quale il duo romano deriva e nella quale si è sviluppato l’intero progetto.

Il videoclip che accompagna il brano, è composto da veri e propri deliri visivi che partono da frammenti di una moderna Tokyo, all’approdo di antiche cattedrali europee che vengono via via riletti in un effetto “chinese box”, che costringe l’osservatore ad un’analisi che lo spinge ad una ulteriore visione.

NÖCTÆ è un progetto nato dalle ceneri di due formazioni molto attive nel panorama alternativo italiano, i Beyond The Fallen e Shiny Black Anthem e vede dunque l’unione di Kaiten, voce e frontman dei primi, e di Döpe, bassista e frontman dei secondi.

Facendo tesoro degli insegnamenti di Trent Reznor ed inglobando sonorità fresche e moderne (Bring Me The Horizon, Ghostemane), il risultato ottenuto è una miscela esplosiva ed originale. Il loro Ep di debutto “1988”, pubblicato per la label Giapponese B I J , è disponibile su tutte le piattaforme digitali dallo scorso 21 Novembre.

Vedi il video: 


www.facebook.com/noctaeband


Guarda il video degli Stramonia


STRAMONIA: GUARDA IL NUOVO VIDEO TRATTO DAL SINGOLO "N.W.O. (SHOW ME YOUR SOUL")
IL DEBUT ALBUM "THE WELCKOMED" DISPONIBILE ORA VIA THIS IS CORE 

La heavy metal band Stramonia ha pubblicato oggi un nuovo singolo tratto dal singolo "N.W.O. (Show Me Your Soul)", terzo estratto dall'album d'esordio “The WelcKomed” disponibile ora via This Is Core. Il disco affonda le sue radici nell’esoterismo e nell’immaginario horrorifico. Messe nere, racconti di Lovecraft, tarocchi, sono solo alcuni degli elementi utilizzati come espediente per trattare argomenti più emozioali e moderni, come la solitudine, il bisogno di riscatto, la religione, l’amore, la sublimazione delle energie negative... 

Parlando del nuovo brano, la band spiega: "Un video spinto, con scene shock che ritraggono i più proibiti vizi umani. A far da cornice, oltre ad un'atmosfera horror sempre presente, si palesano riferimenti rettiliani, massonici, esoterici e spirituali. Questo è il Nuovo Ordine Mondiale. Ogni singola scena ha un significato ben preciso, riuscirete a coglierlo?".



"The WelcKomed" artwork e tracklist

01. The 21st Trump
02. Under A Dark Sky
03. The Black Phoenix
04. Butterflies In Flames
05. Tell Me Priest
06. Love Like You Live
07. For What Is Right
08. The Disquieting
09. N.W.O. (Show Me Your Soul)
10. Stramonia (The Lord)


Per maggiori informazioni:
PR Lodge Agency Europe | info@pr-lodge.com


I WITCHES OF DOOM presentano il lyric video


I WITCHES OF DOOM presentano il lyric video di "Master Of Depression"

La Gothic Doom Metal band romana WITCHES OF DOOM è pronta ad aprirvi le porte per svelare l'arte decadente e oscura della loro musica!
"Master Of Depression" è la prima canzone tratta da "Funeral Radio" che vedrà la luce il 3 aprile 2020 su My Kingdom Music ed è disponibile tramite un lyric video, realizzato da Adhiira Art, vedi




I WITCHES OF DOOM sono pronti a dipingere nuovi scenari oscuri con il terzo capitolo della loro carriera e saranno un ascolto obbligatorio per chi vive di Black Sabbath, Type O Negative e Danzing, ma anche per chi ama il groove nero dei Moonspell.
"Funeral Radio" sarà l'espressione moderna, creativa e originale degli elementi Doom, Gothic e Stoner che da sempre caratterizzano la band.
Spingi la tua mente oltre ogni limite per scoprire nuovi territori ed emozioni con il mondo oscuro dei WITCHES OF DOOM.



WITCHES OF DOOM "Funeral Radio" CD/LP/digital è disponibile in pre-order su http://smarturl.it/WODOOM


Maggiori informazioni:
MY KINGDOM MUSIC: http://www.mykingdommusic.net * https://www.facebook.com/mykingdommusic.label
WITCHES OF DOOM: https://www.facebook.com/witchesofdoom

Di seguito la cover realizzata da Carlo Muselli
Tracklist ufficiale: 1. Master Of Depression - 2. Coma Moonlight - 3. Queen Of Suburbia - 4. Funeral Radio - 5. Sister Fire - 6. Ghost Train - 7. November Flames - 8. Hotel Paranoia


MY KINGDOM MUSIC

Oniromantic il videoclip


Oniromantic: ‘B-Side’ il primo videoclip estratto dall’album ‘Chaos Frames’!

“Chaos Frames”, Il terzo lavoro degli Oniromantic è uscito il 17 Gennaio scorso via Buil2Kill Records.

Ora fuori il primo videoclip ufficiale del brano “B-Side”, uno dei più rappresentativi dell’intero album, la cui tematica è la difficoltà di autostima e di accettazione di sè stessi.

La band intanto si sta muovendo anche per fissare i primi appuntamenti live che saranno annunciati a breve. Vedi il video.




Infos e contatti: https://www.facebook.com/oniromantic

Per maggiori informazioni:
Nadir Music

Winternius cover e tracklist del debut album


Winternius: cover e tracklist di ‘Open the Portal’!

Rivelati artwork e tracklist per l’imminente debut album dei blackster Winternius, dal titolo 'Open the Portal’, che sarà fuori via Black Tears Records il 1 Marzo 2020. I Winternius sono una formazione a cinque proveniente da Genova, fautore di un Black Metal old school, sullo stile dei primi Ancient, Immortal, Mayhem e Bathory. 
Tra le propria fila figurano ex membri di: Necrodeath, Sacradis, Hastur e Devastation Inc.

La line up vede: Jason Ulfe (voce), Roby Grinder e Alex Trivex (chitarre), John KillerBob (basso) e Jaco Eligor (batteria).

'Open the Portal' contiene nove tracce, questa la tracklist definitiva del disco:
1-Earthquake / 2-Birds of Destruction / 3-Dead and Evil / 4-Blood Bones Death / 5-Open the Portal / 6-Eternal Starlight / 7-Infernal Oak / 8-Knight of Death and Life / 9-Thunderfire.

A breve ulteriori dettagli, stay tuned: https://www.facebook.com/winternius

Nadir Music

Stonewood video e singolo


STONEWOOD: GUARDA IL VIDEO TRATTO DAL SINGOLO "OUT OF SIGHT"

Dopo la pubblicazione dell'album omonimo via This Is Core, la stoner-rock band italiana Stonewood è orgogliosa di annunciare la pubblicazione del primo video tratto dal singolo "Out Of Sight" 




"L’idea alla base della realizzazione del video, è stata, come per la copertina del disco, di uscire dai soliti canoni affrontati da molte band underground e non solo, nell’ambito dello stoner rock. Si è scelto di utilizzare esclusivamente immagini di repertorio di diverse epoche per raccontare una storia priva di connotazione temporale e spaziale. 
Il video racconta l’arrivo di un gruppo di alieni sulla terra, che sconvolge e la vita quotidiana degli abitanti. Il loro arrivo determinerà il risveglio delle pulsioni umane più primordiali. 
Con il montaggio si è poi cercato di esaltare il messaggio della canzone, riassunto dalla frase presente nel testo 'Never young as tonight', ovvero vivere al massimo il momento, rompendo gli schemi della routine di tutti i giorni. 
Non a caso il testo è liberamente ispirato al libro 'Rabbia' di Chuck Palahniuk.

L’ideazione, realizzazione e montaggio è stata affidata a Mauro Rossi, montatore professionista diplomato al Centro Sperimentale di Cinematografia. Alcuni suoi lavori sono stati in concorso in importanti festival cinematografici; ad oggi divide il suo lavoro tra cinema e televisione".


Per maggiori informazioni:
PR Lodge Agency Europe 

Superhorror nuovo album




NUOVO Album in arrivo per i SUPERHORROR intitolato "Italians Die Better" che sarà rilasciato il 10 di Aprile per Krach Records, in formato vinile e nella piattaforma digitale!
Siamo trepidanti di ascoltare le nuove composizioni grondanti sangue e putrefazione !

La tracklist
1 - Italians Die Better
2 - Average Horror Band
3 - Sultans Of Sin
4 - Happy Dead
5 - Goat
6 - Die As You Are
7 - Six Feet Above Ground
8 - L2D
9 - Haitian Rhapsody
10 - Graveyard Dolce Vita
11 - Pensiero Violento (Bonus - feat. Irene Viboras)

La relase party di presentazione si farà con uno special event al Legend Club Milano 11 Aprile con gli special guest Speed Stroke e da Stokholm i Trench Dogs.


Segui la band: https://www.facebook.com/Superhorrorofficial