LIVE REPORT: VenetoRock Festival 2019 Parco della Musica di Padova


VenetoRock Festival 2019 Parco della Musica di Padova

Abbiamo partecipato giovedì primo Agosto al VenetoRock Festival che si è svolto nel magnifico parco della musica e come prima edizione direi che ha ottenuto un discreto successo di pubblico, accorso fin dal primo pomeriggio per fuggire anche dalla calura che ha imperversato su Padova e dintorni.
Le bands in scaletta sono tutte arrembanti e come si suol dire "Armed and Ready" e il compito di presentare la serata tocca a Diego Marana di Artisti No Limits. A rompere il ghiaccio è Airaliixx una giovanissima cantante che ha da poco rilasciato un singolo digitale molto interessante che abbiamo la possibilità di ascoltare dal vivo per la prima volta, accompagnata dal producer e artista Paul Electron alle tastiere e chitarra. Airaliixx interpreta Hill e la cover dei Cardigans Erase/Rewind con un buon piglio ed immedesimazione, il sound è vicino al pop elettronico venato da un ambient di ispirazione cosmica, trademark esplicito dei "Giga from Nowhere" collettivo della scuderia creativa della DeFox Records. Lo special guest Nick 3Eyes canta i Depeche Mode senza infamia ne lode!

Per ascoltare l'irruenza di un certo Rock dobbiamo attendere la performance dei vicentini Wahnsinn che salgono on stage con un look post atomico piuttosto teatrale, l'impatto sonoro è granitico fatto di riff taglienti e voce growl con testi in italiano. La band si muove sul palco molto bene, tecnicamente senza sbavature, nessuna concessione melliflua, le reminiscenze rammsteniane sono evidenti ma il loro repertorio è convincente e fa ben sperare per un futuro pieno di soddisfazioni.



A ruota fanno la loro entrata sul palco i patavini Elizabeth Second che vedono come frontman e chitarrista un volto noto della scena musicale veneta, quel Filippo Benetton ammirato in passato con i progmetallers Neversin e che ora incarna lo spirito ribelle che un tempo imperversò nei sobborghi della Seattle di Cobain e soci. 
Il sound è di matrice alternative rock, bello ruvido e di impatto, un trio dinamitardo che dal vivo possiede un buon tiro e la giusta prepotenza per imporsi nel marasma della scena musicale odierna.



Dopo diversi anni ritornano sulle scene i veterani del metal rock italiano quegli X-Hero che sono riconosciuti e citati nelle enciclopedie come una delle prime band italiane apparse nei primi anni 80 a dar vita al movimento Heavy Metal europeo. Gli X-Hero spostano il sound della serata verso temi space oriented con chitarre cromate e linee vocali evocative e melodiche, con Mirko DeFox in splendida forma. Il loro metal rock contiene un turbinio di chitarre con suoni tanto moderni quanto di ispirazione Vanhaleniana, un onda d'urto solida e performante!



La Serena Rock Band è una di quelle band che bisogna vedere dal vivo, l'energia di Franco Serena è inesauribile e trascinante, con loro si viaggia nella storia del rock, la musica fatta col cuore, con l'anima. 
Il sound caldo ed avvolgente ci restituisce Mistermat che sulla sei corde non è secondo a nessuno e la ritmica di Muffato e Argenti che picchia precisa e mai relegata nell'ombra!
Serena esplora con passione ogni atmosfera e ricalca il repertorio perfetto incantando il pubblico che non rimane deluso nemmeno questa volta!



A chiudere il festival ci pensano i Radio City Music Stars, con un repertorio di classici e cover, formazione che nasce sul palco del noto locale padovano Radio City Music Hall e che vede alla batteria Maurizio Dal Gesso e alla voce una interessante e giovane cantante, spigliata, affascinante e dalle innate capacità vocali.



Il Festival ha avuto anche qualche cortocircuito polemico a causa delle regole piuttosto intransigenti imposte dalla direzione del parco che hanno minato la prosecuzione del festival stesso ma che però non scalfiggono la credibilità dell'organizzazione e delle band, che si sono prodigate per la buona riuscita dell'evento, il quale avrà sicuramente altre repliche ed edizioni nel tempo. 

Viva la musica, la musica viva!



Testi di Cianos e foto di Cesare Greselin e Remi Real Rock




Ecco il nuovo singolo e video per i TEXILE


DOPO LA PUBBLICAZIONE DELL'AFFASCINANTE E INDOLENTE  SINGOLO
SEI FATTO DI ME

TRA CANZONE D'AUTORE, RAFFINATE VENATURE NEW WAVE E DISCO, 
SCENARI ONIRICI, FRAGORI E RIVERBERI LONTANI

LA BAND SARDA PRESENTA IL NUOVO EP SUMMERTIME

IL PRIMO DI UNA DOPPIA PUBBLICAZIONE

12 luglio 2019, Stella Recordings/Awal
su tutte le piattaforme digitali

guarda il video del primo singolo estratto "Sei Fatto Di Me" 


"Il nuovo EP rivela  parte della vera natura dei Texile, quella più sfaccettata e mutevole. In realtà non siamo così immediati come potrebbe sembrare. Ci piace definirci "pop" nel senso migliore del termine:  per quanto ci riguarda erano pop anche i Velvet Underground, i Sonic Youth o i Pixies. Il nostro sound ingloba tanti, tantissimi universi sonori. Siamo fondamentalmente degli esteti. La dicotomia tra la nostra dimensione live e il nostro approccio alla composizione e alla restituzione su disco è una caratteristica che ci appartiene. Puliti, curati e perfezionisti nel lavoro in studio, mentre dal vivo siamo più "sporchi" e viscerali".
(Valentino Murru)


A distanza di due anni dalla pubblicazione dell'EP d'esordio "Blu Macchiato Di Blu"e dopo aver anticipato la nuova release con la pubblicazione del delizioso singolo "Sei Fatto Di Me", il progetto TEXILE presenta il nuovo EP "Summertime". Un lavoro composto da quattro brani solo all'apparenza differenti fra loro, ma in realtà collegati da un sottile filo conduttore: l'umore di fondo malinconico e decadente, che aleggia dietro l'apparente spensieratezza di ogni singola traccia.

I brani sono stati composti durante l'estate 2018. L'approccio minimale alla composizione è incentrato soprattutto sulla ricerca di suoni e timbri da ibridare fra loro. Prodotti da Stefano Guzzetti, che già si era occupato dell'EP precedente, TEXILE hanno lavorato alla pre-produzione in autunno. Una volta concluse le session di registrazione, durante le fasi di editing e missaggio ha preso definitivamente forma il sound del lavoro appena ultimato: eclettico, sfaccettato e impreziosito dalle differenze stilistiche fra i vari musicisti, determinanti per il risultato finale.

I testi sono di Valentino Murru, a eccezione di "I Can't Find My Way", scritta a quattro mani da Valentino e dalla cantante Grace. Le parole, maliziosamente ammiccanti, influenzano la musica e se ne lasciano influenzare. Le canzoni, caratterizzate da una forte componente sognante e visionaria,  da flashback d'infanzia e d'innocenza perduta, restituiscono immagini e frammenti di vissuto. Stefano Guzzetti, oltre a ricoprire la veste di produttore artistico occupandosi anche dei missaggi finali e del mastering, ha effettuato la registrazione di tutte le linee di basso e alcune parti di tastiera e di chitarra. Gli interventi di sax su "Kali's Last Dance" sono del sassofonista Andrea Lai. "Siamo molto soddisfatti del lavoro fatto con Stefano. Lavorare con lui richiede rigore, serietà e dedizione, doti che già ci appartengono perché sono i pilastri su cui fonda il progetto." (Valentino Murru)


Il suono di Texile è influenzato da un numero indefinito di generi e filoni: le avanguardie della musica "extracolta" in primis, quindi il pop, il rock, il jazz, la black music/disco, l'elettronica e la canzone d'autore francese e italiana. A proposito delle influenze, Valentino Murru dice: "I numi tutelari sono tanti e talvolta ingombranti, motivo per il quale, pur subendone l'influsso e talvolta citandoli tra le righe, abbiamo cercato di mantenerci il più possibile a distanza per evitare di ricadere in cliché scontati o essere ingabbiati in una specifica scena".



TEXILE è un luogo fisico, un monumento naturale roccioso che si erge solitario nel cuore della Barbagia e scruta orizzonti lontani. Il progetto nasce a Cagliari nel 2016 e la sua identità è un sublimato denso ed emotivo di Pop-Rock, venature New Wave e Disco, canzone d'autore, scenari onirici, fragore e riverberi lontani. Un suono inevitabilmente influenzato dai silenzi millenari dell'entroterra sardo e dal forte vento di Maestrale che attraversa l'isola, mentre per la stesura dei testi si ricorre anche al Francese e all'Inglese. La formazione attuale comprende il fondatore della band Valentino Murru (già batterista e paroliere degli Antennah, prodotti dal Consorzio Produttori Indipendenti di Gianni Maroccolo), il chitarrista Luca Becciu e la cantante Grace.


"Summertime" traccia per traccia, raccontato da Valentino Murru:

I Can't Find My Way:
L'incedere iniziale è serrato, quasi marziale e sferzato da gelide folate di synth che stemperano l'ammiccare funk delle chitarre. La voce spicca e rivela l'amore di Grace per un tipo di black music. Il testo è stato scritto con l'utilizzo della tecnica del cut-up letterario tanto caro ai dadaisti e a William Burroughs. Parole e frasi apparentemente no-sense si rincorrono e si uniscono dando voce all'inquietudine di fondo che la musica stessa suscita.


Sei Fatto Di Me:
Primo singolo/video estratto dall'EP e pubblicato lo scorso aprile 2019. Brano diretto e senza fronzoli che descrive con giocosa indolenza le derive di un amore disfunzionale, strizza l'occhio ai mondi pop d'oltralpe, con un ritornello in Francese tanto sensuale quanto immediato.


Kali's Last Dance:
Brevissima, scarna, venata di dub e ingannevolmente scanzonata. L'esplosione sonica e dissonante vuole raffigurare la danza cosmica della dea Kali, sghignazzante e oscenamente sospesa nell'abisso. Descrizione lucida e concisa di quest'epoca oscura, terminale e ìnfera, il Kali Yuga appunto. E poi la richiesta di aiuto nell'invocazione finale, in totale abbandono: Jesus save us!


Do You Miss Me?:
Brano smaccatamente "dance" ed evocativo. Due anime in pena sognano, si cercano senza trovarsi, in un vorticoso detto/non detto, vedo non/vedo. Languore di fondo, "presenza di assenza" e saudade permeano una storia di vampiri in amore alla luce del giorno.




"Summertime", disponibile dal 12 luglio, è  il primo dei due EP attesi entro l'anno.
Stella Recordings - Awal

credits: 
L'artwork di copertina è di Roberta Scanu.
Lo sleeve design è stato curato da Grace.


Grande Rock a Brudstock 2019


BRUDSTOCK 22a edizione 2019

Dal 12 al 14 luglio 2019 a Vigonovo di Fontanafredda, Pordenone vicino ad Aviano, ci sarà la 22a edizione di Brudstock. Per far rivivere il concerto unico del '69 della fattoria di Max Yasgur a White Lake, North Carolina del Nord, da WOODSTOCK a BRUDSTOCK, per celebrare i 50 anni di quell'incredibile evento, con 3 Days of Love, Peace & Music! 

Brudstock si svolge presso l'Agriturismo e Pesca Sportiva Le Orzaie. Puoi pescare tutto il giorno perché c'è un lago pieno di pesci che ti aspetta. È ideale per famiglie e amici perché puoi accamparti con la tenda o con il camper, troverai docce, cibo e bevande, con molti stand distribuiti nella zona di Brudstock con cucina e anche l'Agriturismo che ha tutti i tipi di specialità che possono soddisfare i tuoi sapori e gusti.



Il festival musicale Inizia il 12 luglio alle 20:00 con l’esibizione dei "Southland Country Band", un mix di country e folk rock. Poi gli "X-Hero" con il loro classico rock, in una reunion che vede dopo molti anni e solo per i fan di Brudstock la vecchia line-up degli anni 80. A seguire dal Regno Unito i leggendari "Animals and Friends", con John Steel, il batterista originale e Mick Gallagher che ha suonato con i The Animals nel 1965 e con The Clash. Le loro canzoni ti riporteranno alla fine degli anni '60 con "House Of The Rising Sun", “We Gotta Get Out Of This Place”, “Don’t Let Me Be Misunderstood” e molti altri, un concerto al quale non si può mancare! Per finire la serata il bravissimo chitarrista "Fabio Stevie Ulliana e Off Limits Band" che delizierà le vostre orecchie con le canzoni da Gary Moore a Stevie Ray Vaughan a Carlos Santana, per una  notte che vibrerà emozioni positive!



Il 13 luglio sempre alle 20.00 "Chei Dei Creedence" cover band del grande gruppo americano presente a Woodstock "Creedence Clearwater Revival". A seguire la cover band "Whoresnake" che tributa il nostro caro "David Coverdale's Whitesnake". Dall'Inghilterra i "Leaf Hound" con l'incredibile voce di Peter French. Peter ha cantato con gli Atomic Rooster e i Cactus, due dei più grandi gruppi di Progressive Rock di sempre. Leaf Hound è un gruppo rock britannico nato alla fine degli anni '60, che nel corso degli anni ha sempre mantenuto uno standard molto elevato di qualità, sono incredibilmente energici. Per concludere la fantastica serata di grande musica suoneranno la tributo band dei "Grateful Dead" i "Breakfast In Dead" proponendo quella musica psichedelica che ha mosso l'America per molti anni.



Il terzo giorno il 14 luglio inizierà alle 17:00 con il concorso di giovani band che devono avere meno di 24 anni, potranno suonare una delle proprie canzoni e due tratte dal repertorio di Woodstock, il vincitore avrà una sorpresa unica sul palco. Per cambiare un po’ 'l'atmosfera i "Rebellions" un gruppo che fa reggae e presenta il primo cd con questo nome. Poi dagli Stati Uniti arrivano i B.O.E. (Bored Of Education), che sono cinque insegnanti americani che vivono presso la base di Aviano, la loro musica si ispira agli anni 60 'e 70'. Poi c'è "Stone Cold", band che suona canzoni dei Black Crows e dei Gov't Mule. Quindi da Londra "Clearwater Creedence Revival" che è considerata la migliore cover dei Creedence Clearwater Revival.

Per tutti e 3 i giorni, sarà possibile ammirare il Motor Show, di auto epiche, motociclette, Vespe e camion degli anni '70. In passato a Brudstock hanno suonato molti grandi artisti, come "Atomic Rooster", "Canned Heat" e ancora Leo Lyons (dei Ten Years After) con la sua band "Hundred Seventy Split". Nel 2016 "The Band of Friend" dal Regno Unito, che è una celebrazione per Rory Gallagher. Non sono proprio una cover band, perché Gerry McAvoy è il bassista originale, ha suonato per 20 anni con Rory. Poi c'è stato Ted McKenna (R.I.P.) alla batteria, ha suonato con Rory per 5 anni. Poi il batterista "Clive Bunker" dei "Jethro Tull", il chitarrista "Bernie Marsden" dei "Whitesnake" e anche "The Animals And Friends". Nel 2014 ha suonato "Ian Paice", batterista dei "Deep Purple" e "Leo Lyons", il bassista di "Ten Years After". Nel 2013, il concerto del tastierista "Ken Kensley",  chitarrista e anche il cantante degli "Uriah Heep", e nel 2012 ancora il batterista "Clive Bunker" di "Jethro Tull". Fortunatamente Bruno Dotta ha deciso di fare Brudstock anche quest'anno e lo ringraziamo tutti perché senza di lui tutto ciò non si potrebbe realizzare, è lui l’artefice di questo evento. Attorno all'area del concerto ci saranno bancarelle con prodotti fatti a mano e non, prodotti che riflettono sugli anni del 69 'di "WOODSTOCK" . Per maggiori informazioni e indicazioni consultate il sito www.brudstock.it .




Costo per un giorno €5,00, abbonamento per 3 giorni €10,00.
Il costo del campeggio è incluso nel biglietto di ingresso.

Articolo e foto By Cesare Greselin




Nuovo album di inediti per Nik Valente


NIK VALENTE
ESCE IL PRIMO ALBUM DI INEDITI “MeMo”


Sulla scia del singolo “Se ci sei” attualmente in radio, esce ‘MeMo’, il primo album di Nik Valente, disponibile su www.nikvalente.com, che arriva a quattro anni dalla pubblicazione dell’EP ‘Qualcosa di Diverso’ (che conteneva il singolo ‘Seduto sul vulcano’, Premio della critica al ‘VicenzaNetMusic’ 2015).  


‘MeMo’ è un progetto vivo, potente, sincero che arriva diritto al cuore e mette in luce l’essenza del cantautore – chitarrista.  Interamente suonato da Nik Valente alla voce e chitarre acustiche, elettriche e resofoniche, è stato inciso nell’entroterra emiliano sotto la produzione artistica di Ricky Quagliato, che oltre a curare gli arrangiamenti ha inciso batteria, basso, tastiere e programmazione. 


Il disco racchiude 12 tracce inedite, che spaziano dalle tematiche sociali a tutte quelle debolezze interiori che ognuno di noi si porta addosso, proponendo una visione positiva di approccio alla vita e rivolta allo stare insieme agli altri, cercando quelle connessioni energetiche che costantemente ci legano.

Il sound di ‘MeMo’ è fresco e innovativo, intriso di riferimenti rock blues americani forniti soprattutto dalle chitarre in primo piano dell’artista, rimanendo però al tempo stesso ancorato al moderno suono pop italiano. 

L’album contiene ‘Passerà’ brano scelto come primo singolo e che esplora il territorio della guerra, tema molto caro all’artista nato e tutt’ora residente sull’Altopiano dei 7 comuni, teatro principale della Grande Guerra, e il più recente ‘Se ci sei’, traccia più frizzante e orecchiabile.


I numerosi indizi e richiami della copertina ci riportano alle tematiche contenute nell’album. Sullo sfondo il versante nord del Monte Verena visto da Cima Larici a evidenziare il forte rapporto del musicista con la propria terra e risulta chiaro il riferimento al brano ‘Passerà’ rafforzato anche dal reticolato che percorre la copertina. L’occhio si sposta su lampada e baule, compagni di viaggio di Nik e portafortuna nei concerti da molti anni. Il diario sottolinea invece il senso del titolo ‘MeMo’, in quanto rappresenta un percorso personale dell’artista molto profondo, documentato giorno per giorno in un prezioso diario, una memoria che rimarrà come l’album una testimonianza di un periodo di vita non semplice ma ricco di emozioni. A fianco un libro di Cesare Pavese, uno degli autori preferiti di Nik. La salamandra aurora è un riferimento alle caratteristiche che rispecchiano il carattere di Nik. L’orsacchiotto invita l’ascoltatore a prepararsi ad un brano dedicato ai bambini, in particolare alla figlia Nora. Il giradischi vintage ci riporta alla musica di altri tempi, una musica che ha forgiato il Nik musicista e che ispira l’artista nella composizione dei suoi brani. La sagoma di Nik rimane vuota, come un non voler essere in primo piano, preferendo lasciar spazio alla musica.




Questa la tracklist: 1. Don't give up, 2. Se ci sei, 3. Jungle Town feat. Diana Winter, 4. Lettera, 5. Tutto quello che c'è, 6. Stare sul tempo, 7. Secondo Bauman feat. Stevie Biondi, 8. Il suono del mondo, 9. Cambio idea feat Nick Righele, 10. Passerà, 11. Titoli di coda, 12. Menti sospese


Dopo l'uscita dell'album partirà il MeMo Tour, che metterà in luce il talento di Nik Valente; nel corso della serate suonerà accompagnato dalla band elettrica oppure semplicemente con l’inseparabile chitarra acustica, grazie alla quale riesce ad ipnotizzare il pubblico creando muri sonori con l’utilizzo di loop ed elettronica.

Cantautore e chitarrista pop-blues, Nik Valente propone la sua musica mescolando la passione per il blues ad un istintivo rock italiano, alla ricerca di un sound fresco e coinvolgente. Lo stile chitarristico è una miscela di influenze, da Stevie Ray Vaughan a Eric Clapton, da David Gilmour a Jeff Beck, passando con disinvoltura dall’elettrica all’acustica. Immerso nei suoni blues, ha condiviso i palchi italiani ed europei con Lisa “Sister” Hunt, Andy J. Forest, Cheryl Porter, Randy Cohen, Alexia, Antonino, Paolo Belli, Zucchero, Noemi e molti altri. Nel 2015 esce Qualcosa di Diverso, il suo primo EP di canzoni originali e si aggiudica il “Premio della Critica” al concorso VicenzaNetMusic - con il singolo Seduto sul Vulcano - selezionato da Eugenio Finardi. A maggio 2017 esce Il Suono del Mondo un brano che dà una svolta alle sonorità precedenti e denota una maturità musicale e artistica. Dopo Passerà, un brano intenso che parla della guerra, esce in questi giorni l’orecchiabile e frizzante nuovo singolo, Se ci sei. I due brani sono estratti da ‘MeMo’, il nuovo album del cantautore vicentino, che esce a febbraio 2019.

Sito www.nikvalente.com

Facebook www.facebook.com/nikvalente

Instagram www.instagram.com/nikvalente

Youtube www.youtube.com/user/nikvalente



In arrivo il nuovo album di inediti della Serena Rock Band


DEFOX RECORDS e QUEEN RECORDS sono orgoglioso di annunciare il nuovo album di inediti della leggendaria rock band italiana SERENA ROCK BAND, il titolo è "Il lato oscuro".
La release contiene 7 canzoni cantate in italiano, registrate senza l'ausilio di effetti digitali e altre diavolerie elettroniche.
Con questa pubblicazione la band intende ricordare e omaggiare l'indimenticato e straordinario amico e musicista Marco Pellegrini, a lui in particolrae è dedicato il brano "Dai Dai Dai".

L'album uscirà in versione CPD Format (Creative Packaging Design for a Better Music) con CD a tiratura limitata, con alcune copie autografate, un prodotto per veri amatori e collezionisti di gemme pregiate. 

Il prodotto digitale sarà distribuito in oltre 240 paesi nel mondo e in 120 digital webstores, inclusi i Big del settore come Itunes, Spotify, Deezer, Amazon, Google Music, You tube Music ...

Uscita prevista : Il 1 di Marzo 2019 


Line up:

Franco Serena: vocals
Marco Pellegrini: Guitar
Paolo Muffato: Bass
Davide Zanetti: Drums

Track list:

1. Dai Dai Dai
2. Bang Bang
3. Il lato oscuro
4. Sembrava dormisse
5. Voglio essere il tuo uomo
6. I giorni di ieri
7. Tina

SITE: http://illatooscuro.nlz.it (presto on line)
http://serenarockband.nlz.it (presto on line)
Facebook: https://www.facebook.com/Serena-Rock-Band-104949346067/


Label: www.defoxrecords.eu
Label: http://queenrecords.nlz.it

World Press Agency: www.dvlgator.eu

Artwork e foto by Lucio De Biase


I leggendari Banco del Mutuo Soccorso


Uscirà il 26 aprile, per l’etichetta tedesca Inside Out Music/Sony Music Group, il nuovo album della leggenda del prog rock italiano Banco del Mutuo Soccorso intitolato “Transiberiana”. 
“13” è stato l'ultimo album della band e risale a 25 anni fà, è del 1994 e vedeva ancora i membri storici Francesco Di Giacomo e Rodolfo Maltese scomparsi entrambi nel 2014 e nel 2015 e Gianni Nocenzi che ha lasciato il gruppo da diversi anni.
Il Banco del Mutuo Soccorso è attualmente composto da Vittorio Nocenzi, Filippo Marcheggiani, Nicola Di Già, Marco Capozi, Fabio Moresco e Tony D’Alessio.

La trackilist di “Transiberiana”:

1. Stelle sulla terra (6:06)
2. L'imprevisto (3:29)
3. La discesa dal treno (6:16)
4. L'assalto dei lupi (5:35)
5. Campi di Fragole (3:36)
6. Lo sciamano (4:01)
7. Eterna Transiberiana (6:20)
8. I ruderi del gulag (6:06)
9. Lasciando alle spalle (1:47)
10. Il grande bianco (6:33)
11. Oceano: Strade di sale (3:39)




http://www.bancodelmutuosoccorso.it/





DeFox Records rilancia il Rock cantato in italiano


DeFox Records rilancia il Rock cantato in italiano!

Il 2019 sarà un anno ricco di novità per l'etichetta discografica DeFox Records, infatti le prime tre produzioni dell'anno saranno targate #rockitaly con albums interamente cantati in italiano!

I primi ad uscire saranno i veterani EX, combo dedito ad un certo "combat rock" che ha già all'attivo cinque albums. Il 10 di Gennaio 2019 pubblicheranno il loro primo singolo intitolato "Santi e delinquenti" che anticipa il sesto album "I nostri fantasmi" previsto il 18 Gennaio sia in versione digitale e sia in formato CD.



Sempre il 10 del mese debutteranno sul mercato i WAHNSINN con l'album intitolato "Psicogena", la release contiene 9 canzoni cantate in italiano, ispirate alle sonorità metal industrial dei Rammstein! In formato digitale ma anche in CD!


Ritorna dopo molti anni con un nuovo album di brani originali cantati in italiano la leggendaria SERENA ROCK BAND, sette pezzi di sano Hard Rock contenuti sul CD (limited edition) intitolato "Il lato oscuro".
Franco Serena scrive "...è un disco pieno di ispirazione con tanto rock senza clichè preimpostati, un omaggio al grande chitarrista Marco Pellegrini, scomparso prematuramente durante le registrazioni..."


Il producer e cantante Mirko Defox ci rivela " ...farò uscire anche due EP che registrai con i miei BlondieFox sul finire degli anni 90, cantati in italiano, con testi del mio alterego SilverFox e di Paul Blondie Gidoni!..."

Per l'Estate del 2019 DeFox Records annuncia che saranno organizzati in collaborazione con Artisti No Limits e Bacchiglione Beat,  Eventi, mostre e Festival!

tenete d'occhio il blog della DeFox: http://defoxrecords.blogspot.com






In arrivo album di debutto per i WAHNSINN


DEFOX RECORDS e INVINCIBLE RECORDS hanno il piacere di annunciare l'album di debutto dei WAHNSINN intitolato  "Psicogena" .
La release contiene 9 canzoni cantate in italiano, ispirate alle sonorità metal industrial dei Rammstein, Lindemann ed Emigrate. 
La band veneta si distingue per l'uso di un particolare make-up e look che caratterizza e spettacolarizza tutti i loro show!
Il prodotto sarà distribuito in  240 paesi worldwide e in oltre 120 digital webstores, includendo colossi come Itunes, Spotify, Deezer, Amazon, Google Music ...
Uscita prevista per il 10 di Gennaio 2019.



Line up:
Mattia Cazzanello: Guitar
Richard: Bass
Adriano Pagani: Lead Vocals/Percussion
Manuel "Coca" Sartori: Drums
Francesco "Cookie" Castaman: Keyboard/Synth

Video trailer: 


SITE: http://wahnsinn.nlz.it (Soon on line)
Facebook: https://www.facebook.com/Wahnsinn-1509752779277528/
Youtube: https://www.youtube.com/channel/UCrIAnt1rivlinoUMRh0Liyw
Instagram: https://www.instagram.com/der_wahnsinn_industrial

Label: www.defoxrecords.eu
Label: http://invinciblerecords.nlz.it

World Press Agency: www.dvlgator.eu



I veneti WINTER DUST pubblicano il terzo album


E' uscito sul mercato il terzo, nuovo disco della band post-rock/post-hardcore Winter Dust, pubblicato da Dischi Sotterranei da venerdì 9 Novembre 2018 su tutti i maggiori digital stores.

L'album intitolato "Sense By Erosion" contiene otto tracce oscure, semi-strumentali e distese.

Attivi dal 4 Novembre 2008, con l’intento di esplorare le influenze post-rock, post-hardcore e punk rock e reinterpretarle in chiave nuova e personale, con  l’aggiunta del pianoforte come elemento cardine e portante, e la voce urlata come aggiunta puntiforme, i Winter Dust hanno prodotto composizioni oscure, ariose, violente e talvolta  aperture speranzose, introdotte in un nuovo concetto di “canzone” rispetto al genere.

Dopo aver pubblicato due dischi, il debutto “Autumn Years” nel 2013 e la conferma “Thresholds” nel 2015, e aver girato l’Italia e l’Europa, costruendo una solida reputazione nella  scena post-rock internazionale, la band è pronta a  condividere il suo disco più scuro, lungo e intenso, “Sense  by Erosion”, celebrando i 10 anni di carriera.





Tracklist:

1. Quiet January
2. Duration of gloom
3. All my friends are leaving town
4. Furnace
5. Composition of gloom
6. Disharmony
7. Cruel June
8. Stay

www.winterdustmusic.com
www.facebook.com/winterdust


il video di All My Friends Are Leaving Town









Codename: Delirious debut album


"The Great Heartless" è album d'esordio della band dub-metal/metal-step Codename: Delirious è uscito, insieme al videoclip di "Bridge Over Alpha-Z"!

L'album è disponibile in tutto il mondo nella distribuzione digitale; il CD uscirà il 10 dicembre 2018.




Puoi preordinare la tua copia a: rome@agogerecords.com.

AMAZON: https://amzn.to/2SpX3Jw
GOOGLE PLAY: http://bit.ly/2Jo61D1
SPOTIFY: https://open.spotify.com/album/11rOcsR49dEkp0KmQlxyqB...

www.agogerecords.com

https://www.facebook.com/CodenameDelirious


CAPITANI annuncia il nuovo Ep e il video


CAPITANI è il nuovo progetto solista del Ex Chitarrista dei Graves Of Nosgoth Mirko Capitani, pronto a mettersi in gioco con un nuovo stile.

Nel 2016 inizia la lavorazione al suo primo vero e proprio progetto solista l'EP "The Cage".
Nel giugno/luglio del 2018 iniziano le registrazioni in quella che negli anni è oramai divenuta la sua vera ed affidabilissima seconda casa, La Fucina Studio di Giacomo Jac Salani e ancora una volta sotto la sapiente guida artistica di Gabriele Bellini.
A questo concept album, sul quale Mirko ha messo tutto il meglio di se come musicista, sia sotto il profilo artistico che umano, hanno anche partecipato artisti di elevato spessore come Francesco Cavalieri (Wind Rose), Mirko bassbreaker Serra (Exexcs - Pulse-R) e Michel Agostini (Pulse-R - Violet Blend - JMP) ed è anche per questo che il debut album di Capitani si preannuncia già come una sorta di gioiellino estremamente raro nel genere e di pura ed elevata qualità made in Italy.





https://www.facebook.com/CapitaniMirko/


Il nuovo video del rocker Alessio Puglisi


Il nuovo singolo e video del rocker Alessio Puglisi intitolato "Love Addiction"è disponibile sul canale Youtube e sui digital stores!


Segui: https://www.facebook.com/pg/alessiopuglisimusic